img_20180807_231714

QUARTI DI FINALE : ISLANDA vs COSTA RICA 4-6

COSTA RICA : UN RIBALTONE DA URLO CHE VALE LA SEMIFINALE

L’importanza di certi match è capitale, chi vince sfida l’INGHILTERRA di MISTER ADILETTA. La tensione si fa sentire e la partita vive un’intensa fase di studio, si lotta su ogni pallone vagante e l’equilibrio regna sovrano con le due compagini che si annullano nella zona nevralgica del campo. I reparti difensivi guidati dal roccioso Luciano per l’Islanda e dal mastino Tedesco per il COSTA RICA dettano leggi e la soluzione dalla distanza diventa gettonatissima, Carbone è indemoniato e si batte contro tutti ma la sua sventola non trova lo specchio della porta, nelle fila costaricane il cecchino si chiama Di Salvatore, il numero 17 spara da ogni angolazione ma dopo aver spaccato la traversa trova sulla sua strada un Senatore da applausi. Solo un episodio o il guizzo di un singolo può rompere l’equilibrio, al minuto 14 il roccioso Luciano mette dentro un pallone con il contagiri, Carbone brucia tutti e gonfia la rete, 1 a 0. La reazione costaricana è immediata ma Luciano è un muro e sta praticamente annullando bomber Gigi. Il pallino del gioco è nelle mani del Costa Rica, la squadra gioca un gran calcio ed è ricca di giocatori brevilinei e pieni di talento ma la difesa islandese è granitica. L’Islanda argina e diventa letale in ripartenza, Carbone e Canigiani sono due spine nel fianco difficili da arginare. Il Costa Rica nel tentativo di riaprire il match lascia praterie invitanti ed al minuto 19 compie un autentico suicidio difensivo, Carbone non si lascia pregare e spara, Mancuso risponde presente ma la palla torna tra i piedi del demonio, Carbone apparecchia regalando un cioccolattino a Canigiani che di testa abbatte il portierone, 2 a 0 pesantissimo. Si accende il match, gli scagnozzi di Tortora non ci stanno, Gigi batte un corner d’astuzia ed il talentuoso De Bellis batte da due passi, Senatore è felino e mura incredibilmente. Sul capovolgimento di fronte tenta il blitz la cinica Islanda, Carbone lavora di sponda per Canigiani abile a servire la corrente Naddeo, Mancuso tiene a galla il Costa Rica, sarebbe stato un passivo pesantissimo. L’Islanda è un bunker e a denti stretti riesce a proteggere il doppio vantaggio fino alla fine del primo tempo ma il protagonista assoluto è il portierone Senatore, al minuto 25, mette le ali e salva ancora su De Bellis, clamoroso. La ripresa vede subito un Costa Rica arrembante, l’Islanda paga l’assenza di un bomber di ruolo e la squadra adesso è troppo schiacciata anche per merito delle frecce costaricane, De Bellis e Strianese provano a creare disordini nella solida difesa islandese. Al minuto 31, Gigi illumina per De Bellis, il numero 10 quando cambia passo diventa imprendibile, manda al bar Canigiani e fredda Senatore, 2 a 1. Monologo costaricana, sta venendo fuori il maggior tasso tecnico degli scagnozzi di Tortora, Gigi e De Bellis stanno affinando l’intesa ma il bomberone sbaglia clamorosamente da due passi. Nel momento migliore dei costaricani colpisce letalmente la cinica Islanda, l’incubo Carbone regala il 3 a 1 dopo aver vinto un doppio rimballo, Mancuso impietrito. Il tema tattico non varia, il Costa Rica gioca, l’Islanda si difende come può e prova a far male in ripartenza ma il lancio lungo su Carbone è una chiave tattica leggibile, Tedesco è il padrone della fase difensiva. Il Costa Rica calca la mano ed attacca con insistenza, ma Senatore nelle vesti di super-man dice ancora no a De Bellis, incredibile. Al minuto 42 è premiato il forcing costaricano, De Bellis batte d’astuzia un angolo ed il roccioso Tedesco corona la sua prestazione da urlo, 3 a 2 e match riaperto. Solo Costa Rica ma l’Islanda ha un angelo custode, GIUSEPPE SENATORE, doppio miracolo prima su Tedesco e poi su De BELLIS, INCREDULO.  La svolta del match arriva al minuto 46, Strianese la mette in buca d’angolo, colpo da biliardo chirurgico e punteggio sul 3 a 3, meritatissimo. Minuto 50, l’inerzia del match è tutta a favore del Costa Rica, De Bellis diventa imprendibile ma Senatore diventa un incubo, paratissima incredibile. Il Dream Soccer esplode al minuto 51, bomber Gigi di rapina firma il ribaltone, 4 a 3 incredibile. La partita ora è bellissima, l’Islanda pochi secondi dopo trova la forza di reagire mostrando un cinismo assurdo, Naddeo la mette in buca d’angolo, clamoroso 4 a 4. Passano due minuti ed il Costa Rica sancisce la propria superiorità, De Bellis RICAMA e bomber Gigi girandosi in un fazzoletto la mette li dove Senatore non può arrivare, incredibile 4 a 5. Non finisce qui al minuto 56 Mancuso smanaccia un tentativo disperato di Mercogliano e di rimessa De Bellis lancia i titoli di coda del match, 4 a 6 e Costa Rica in semifinale.

BEST PLAYER

GIUSEPPE SENATORE

A CURA DI ALBERTO RUGGIERO

PAGELLE

ISLANDA

1 GIUSEPPE SENATORE  = 8

10 LUCA MUCIO = 5.5

17 GILDO CANIGIANI = 6

23 ENRICO MARI = 6.5

7 SILVIO D’AMORE = 5.5

15 EMMANUEL LUCIANO = 7

18 LUCA MERCOGLIANO = 6.5

20 DOMENICO CARAMICO= 6

21 LUCA NADDEO = 6.5

 

COSTA RICA

1 ALFREDO MANCUSO = 6.5

19 GIANMARCO TEDESCO = 7

18 SALVATORE TORTORA = 6.5

14 CARMINE TORTORA = 6

10 EMANUELE DE BELLIS = 8

17 LIBERATO DI SALVATORE =7

2 RAFFAELE GIGI = 7.5

5 SETTIMIO MOSTACCI = 7

11 MARIO STRIANESE = 7

16 SALVATORE BUONAIUTO = 6